Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo

I novizi del monastero erano incuriositi e affascinati dalla figura del vecchio monaco dalla barba candida, piegato dalla vecchiaia, che passava lunghe ore, da solo, in cappella, appoggiato al suo stallo di preghiera.

Ottennero il permesso dal padre abate e, durante il momento conviviale settimanale, si rivolsero a quel monaco umile e dimesso.

“Padre, dicci una parola”

Il monaco sollevò il capo, stupito che qualcuno lo interrogasse. Incrociò con lo sguardo l’abate, che gli sorrise. Chiuse gli occhi. Parlò.

“Fra poco, amati fratelli, chiuderò la mia vita. Finiranno i miei giorni. Morirò e finalmente vedrò il volto del Signore Gesù che accoglierà la mia anima. Allora, sorridendomi, mi chiederà: ‘Benvenuto frate Bruno. Prima di entrare nella gloria di Dio ti devo chiedere alcune cose’.

‘Dimmi, Maestro’

‘Hai vissuto le beatitudini e il nuovo Regno, come ho chiesto di fare ai miei discepoli?’

Allora abbasserò lo sguardo, scuoterò la testa, e dirò ‘Non sempre, Signore. A volte ho messo al centro della mia vita solo il mio tornaconto e ho adattato la tua legge d’amore alla mia pigrizia’.

Il Signore, allora, un poco triste, mi chiederà: ‘Ma, almeno, hai saputo riconoscermi nel volto del fratello?’

E io: ‘Sì, Signore, ma quasi sempre ho preferito il fratello più simpatico, quello che mi sorrideva, quello che mi dava ragione’

Il Signore allora, ancora più triste, mi chiederà: ‘Ma almeno, frate Bruno, hai vissuto la regola di vita monastica che liberamente ti sei scelto?’

E io, con un filo di voce dirò: ‘Sì, Signore, ma a volte è stata una scelta fatta per fuggire al mondo e alla sua fatica. Un rifugio comodo e protetto’.

Il Signore, allora, assorto, mi guarderà con affetto mentre io, impacciato, non oserò alzare lo sguardo.

E mi dirà: ‘ Entra lo stesso, perché sei stato sincero'”

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare

Nel mezzo

Scritto da  

Non giudicate

Scritto da  

Litigi

Scritto da  

Lettera aperta

Scritto da