Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo
Commento al Vangelo del 12 Gennaio 2021 | Mc 1,21-28

In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafarnao,] insegnava. Ed erano stupìti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi.
Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui.
Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!».
La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea.

Mc 1,21-28

Che vuoi da noi, Nazareno? Abbiamo le nostre vite, le nostre priorità, sappiamo cosa fare, dove andare. Perché dovremmo mai occuparci anche di te? Andiamo pure in chiesa, come fa l’indemoniato che devotamente prega in sinagoga. Che vuoi da noi? Ti abbiamo assegnato un posto nella nostra società, nelle nostre Chiese, nella nostra coscienza, accontentati. Noi sappiamo, conosciamo, abbiamo studiato lo stretto necessario. E pensiamo, in fondo, che tu ci voglia rovinare. Pensiamo, ed è un pensiero demoniaco, che la tua presenza sia un rovina, una disgrazia, che ci obblighi a diventare pii, devoti, bravi ragazzi azzimati e tristi… Ma non è così, non è mai così. Tu sei venuto proprio per farci uscire dalla visione piccina di un dio inutile e concorrente dell’uomo. Libera i nostri cuori, Maestro, libera la nostra mente e le nostre comunità, liberaci da una visione demoniaca della fede che ti percepisce come un concorrente alla nostra felicità!

 
Share:

3 Comments

  • Graziella Torretta, 12 Gennaio 2021 @ 07:28 Reply

    Grazie Paolo perchè con il tuo aiuto in questo periodo di forzata chiusura ho scoperto la “necessità” della preghiera.

  • Maria Cristina Ceci, 12 Gennaio 2021 @ 22:21 Reply

    Quanto sono vere le tue parole! Grazie!

  • Katya, 19 Gennaio 2021 @ 08:57 Reply

    Verissimo spesso pensiamo di fare tutto e tanto in questa vita…ma in realtà non diamo la giusta attenzione a ciò che veramente conta per la nostra esistenza dare testimonianza continua di vivere da figlio di Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare

Vi odia

Scritto da  

Più grande

Scritto da  

Mi ama

Scritto da