Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo
Commento al Vangelo del 20 Gennaio 2021 | Mc 3,1-6

In quel tempo, Gesù entrò di nuovo nella sinagoga. Vi era lì un uomo che aveva una mano paralizzata, e stavano a vedere se lo guariva in giorno di sabato, per accusarlo.
Egli disse all’uomo che aveva la mano paralizzata: «Àlzati, vieni qui in mezzo!». Poi domandò loro: «È lecito in giorno di sabato fare del bene o fare del male, salvare una vita o ucciderla?». Ma essi tacevano. E guardandoli tutt’intorno con indignazione, rattristato per la durezza dei loro cuori, disse all’uomo: «Tendi la mano!». Egli la tese e la sua mano fu guarita.
E i farisei uscirono subito con gli erodiani e tennero consiglio contro di lui per farlo morire.
Mc 3,1-6

Sono duri i cuori degli autoproclamatisi custodi della Legge: a loro interessa conservare il loro impianto religioso tradizionale, non interessa certo quel poveraccio dalla mano inaridita. Sono duri verso questo falegname che si è fatto profeta interpretando con disinvoltura la Torà e osa argomentare e motivare la sua scelta. Sono incapaci di interrogarsi, davanti ad una obiezione piena di buon senso non trovano di meglio che progettare la morte di Gesù. È indurito il cuore dell’uomo impedito, caricato di sensi di colpa fin dalla nascita: in fondo se è ammalato deve scontare un qualche peccato: la malattia è punizione divina. Ma il Maestro supera questa montagna di arroganza e di pregiudizi, mette l’uomo, ogni uomo, nel mezzo. Vede oltre, vede dentro, scruta e prova ad insinuarsi, se solo trova uno spiraglio per ribaltare le convinzioni. E si rattrista: questi uomini, con la loro durezza di cuore, si dimostrano non degni dell’amore divino. Rendici degni, Signore, cambia i nostri cuori di pietra!

Share:

6 Comments

  • Lucio Marzullo, 20 Gennaio 2021 @ 07:51 Reply

    Bello, molto spesso mi sono ritrovato davanti a sacerdoti che credono di essere qustodi delle scritture, e il loro cuore diventa duro e arido e non riescono a guardare oltre la propria immagine.
    Grazie

  • Silvia Battini, 20 Gennaio 2021 @ 10:13 Reply

    Difficile abbandonare lo status quo, anche quando la ricompensa è così alta… Impensabile che Dio si faccia uomo!
    In fondo per noi è molto più facile, o potrebbe esserlo.

  • Emanuela Tezzon, 20 Gennaio 2021 @ 11:22 Reply

    Quanti duri di cuore ci sono in questa società dello scarto!! E questo mi fa male,mi preoccupa la società che lasceremo in eredità ai ns figli e nipoti; e tutto xche l’uomo mette al centro il suo “benessere” che io traduco con egoismo. Politiche che non valorizzano la vite…al contrario. Mi spaventa qs società, ma poi penso che dal male si può trarre il bene. Il signore fa nuove tutte le cose!!!! Grazie Paolo x le tue riflessioni e sempre alziamo lo sguardo 😊🙏

  • Fabio Biundo, 20 Gennaio 2021 @ 15:27 Reply

    Sig.Lucio, come non darle torto ma la mia esperienza mi dice che anche molti di noi laici hanno il cuore di pietra, sempre pronti a custodire l’apparenza e incapaci di tendere la mano a chi sta accanto. Buon cammino.

  • Fausta, 20 Gennaio 2021 @ 20:39 Reply

    Con indignazione, rattristato…
    Spesso ci si ferma all’indignazione, spesso giusta ma che non conduce a niente mentre essere contemporaneamente rattristati muove il cuore e scioglie le durezze…

  • Andrea, 21 Gennaio 2021 @ 13:43 Reply

    Certo gesto bellissimo aiutare il prossimo , è ti fa capire anche che nonostante Viviano nel 2021 troviamo tanta gente ignorante che capisce quello che vuole magari l’ ho raddoppia in cattivo modo perché è più facile disprezzare che condividere il bene fatto. Penso che queste cattiverie ognuno di noi le ha vissute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare

Autenticità

Scritto da  

Lapalissiano

Scritto da  

Paradossi

Scritto da  

Non compresero

Scritto da