Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo
Commento al Vangelo del 07 Maggio 2021 | Gv 15,12-17

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:
«Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi.
Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».
Gv 15,12-17

Cancellate quando credete di credere. E smettetela di mandare a memoria tutti i comandamenti. I famosi dieci di Mosè e i troppi altri che, in assoluta buonafede, i farisei di ieri e di oggi hanno gentilmente pensato di aggiungere. Smettetela di sentirvi in colpa, di assumere l’aria del pentito divorato dai sensi di colpa per non essere un “buon cristiano”. Eccolo qui il nuovo comandamento, il suo, l’unico. Amiamoci gli uni gli altri con l’amore con cui siamo stati amati. Non ci amiamo per generosità, per simpatia, ma doniamo agli altri l’amore che abbiamo ricevuto, che ha riempito il nostro cuore per tracimare. Esiste l’amore, certo, quello che ci fa innamorare, compiere gesti altruisti, devoti, santi. E c’è un altro amore, quello grande, che è dare la vita. Quante volte l’amore porta alla sopraffazione, al controllo, alla manipolazione! Non quello di Gesù che, in quanto più grande, ci porta solo alla vita piena. Wow.

Share:

1 Comment

  • Corinna Bonardi, 7 Maggio 2021 @ 09:18 Reply

    Quale choc anche le sue parole di oggi: così semplici, così essenziali, così “dirompenti”! Fanno parere semplice anche il metterle in pratica…grazie, più che meditarle, cercherò di viverle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *