Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo
Commento al Vangelo del 09 Agosto 2021 | Mt 25,1-13

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola:
«Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.
A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”.
Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”.
Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

Mt 25,1-13

Il padre della fenomenologia, Husserl, vide in quella giovane studentessa una capacità intellettuale sopraffina e la volle accanto a sé come assistente. Ebrea di origine ma atea per scelta, Edith Stein era destinata a diventare una straordinaria filosofa. Ma la Storia aveva in serbo per lei molte difficili prove: dopo un periodo intellettualmente e spiritualmente tormentato si converte al cattolicesimo per poi essere affascinata dalla vita di clausura. Seguendo le orme di santa Teresa entra nel Carmelo, prima a Colonia, poi nel Paesi Bassi per prudenza. Ma la reazione stizzita di Hitler all’opposizione dell’episcopato olandese al nazismo, che fino ad allora aveva risparmiato i convertiti, la fa prelevare in monastero. Muore ad Aushwitz insieme alla sorella Rosa il 9 agosto 1942. Donna, filosofa, ebrea, monaca, vittima… E’ stato san Giovanni Paolo II a volerla co-patrona d’Europa per ricordare a tutti da dove proveniamo e quali ombre possono travolgere la nostra civiltà.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare