Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo

Commento al Vangelo del 19 Agosto  2022 | Mt 22,34-40

In quel tempo, i farisei, avendo udito che Gesù aveva chiuso la bocca ai sadducèi, si riunirono insieme e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: «Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?».
Gli rispose: «“Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».

Mt 22,34-40

Cosa è essenziale nel rapporto di fede? Come potremmo sintetizzare in poche parole tutto il cristianesimo? Molte sono le interpretazioni, anche fra noi cristiani, i percorsi, le proposte. Così come molte erano le indicazioni fatte dai rabbini riguardo a quale fosse il grande comandamento. E Gesù risponde, come molti suoi contemporanei: ama. Ama Dio al meglio delle tue capacità, con passione, intelligenza forza, e ama i tuoi fratelli con l’amore che ricevi da Dio, con un cuore che trabocca e diventa capace di amare se stesso e gli altri. Ma è possibile comandare di amare? Amare non ci richiama forse alla creatività, all’estro, alla fantasia, alla savia follia, mentre il termine comando ci richiama alla regola, alla restrizione, all’obbligo? Esiste un comandamento prima del primo, un comandamento zero presente in tutta la Scrittura: lasciati amare. Scopriti amato, sappiti amato, solo allora potrai scegliere di amare.

2 Comments

  • Paolo P., 19 Agosto 2022 @ 10:01 Reply

    Agapetoi … il tuo mantra!
    Grazie Paolo

  • Maria Cristina ceci, 19 Agosto 2022 @ 20:11 Reply

    Meraviglioso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *