Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo
Commento al Vangelo del 24 Agosto 2022 | Gv 1,45-51

In quel tempo, Filippo trovò Natanaèle e gli disse: «Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè, nella Legge, e i Profeti: Gesù, il figlio di Giuseppe, di Nàzaret». Natanaèle gli disse: «Da Nàzaret può venire qualcosa di buono?». Filippo gli rispose: «Vieni e vedi».
Gesù intanto, visto Natanaèle che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c’è falsità». Natanaèle gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l’albero di fichi». Gli replicò Natanaèle: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d’Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l’albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!».
Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo».
Gv 1,45-51

Ha un brutto carattere Natanaele, indubbiamente. Medita la Parola sotto il fico, albero i cui frutti richiamano la dolcezza della Torà, e sa bene che da Nazareth, paese sperduto fra le montagne, non viene niente di buono, non essendo mai citata nelle Scritture. La sua è una fede salda ma piena di pregiudizi, sa di sapere, conosce, non ammette dubbi. Fino a quando quel nazareno lo legge dentro, vede in lui, dietro la scorza, un cuore generoso e limpido, senza falsità. Così è Gesù: davanti alle nostre resistenze, oltre le nostre durezze e rabbie, vede il capolavoro che possiamo diventare. Scopertosi conosciuto (e amato), Natanaele si lascia andare, si scioglie come neve al sole. Si arrende e si apre ad una fede debordante. È una delle pagine più consolanti del Vangelo, quella di oggi: Dio forgia santi anche fra gli antipatici!




3 Comments

  • Chiara, 24 Agosto 2022 @ 00:22 Reply

    Quanta speranza nei tuoi commenti quanto bene al cuore in un mondo sempre più sterile e apatico impaurito e svogliato….grazie!

  • Ernesta, 24 Agosto 2022 @ 07:25 Reply

    Ho sentito il Suo amore tante volte si insomma lo so che Lui mi ama ma non riesco come Natanaele a rendere forte la mia fede che a volte subisce attacchi alla sua certezza e al suo vigore…..

  • Maria Cristina ceci, 24 Agosto 2022 @ 19:17 Reply

    Le tue parole mi consolano!

    Grazie .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *