Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo
Commento al Vangelo del 20 Ottobre 2022 | Lc 12,49-53


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto!
Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra? No, io vi dico, ma divisione. D’ora innanzi, se in una famiglia vi sono cinque persone, saranno divisi tre contro due e due contro tre; si divideranno padre contro figlio e figlio contro padre, madre contro figlia e figlia contro madre, suocera contro nuora e nuora contro suocera».
Lc 12,49-53

Gesù è venuto a portare il fuoco. È lui che lo dice. Non il buon senso, non la pace dei cimiteri. Il Vangelo non è il manuale dei bravi ragazzi, il bon-ton dei tiepidi con il capo reclinato e la voce melensa. Perché la Parola ha a che fare con l’amore che brucia e consuma.  E chi incontra Cristo si incendia il cuore. E questo, in qualche maniera dovrebbe in qualche modo potersi intravvedere nella nostra pastorale, nelle nostre comunità, nelle nostre vite. Vite accese. Cuori accesi. Parole accese.  Non violente o melense, non usurate e stanche, non ripetitive. Perché a salvare la Chiesa, come scrive papa Benedetto, come sempre, saranno i santi. Noi santi. E la Chiesa che faremo, semplicemente, tornerà ad ardere d’amore perché accesa dal Cristo. Gesù è venuto a portare il fuoco. Troppo spesso la nostra fede a malapena sembra un forno a microonde che riscalda una minestra. Che sia questo l’obiettivo del Sinodo? Accostarci a Cristo per riaccendere in noi la fiamma? Allora, e solo allora, torneremo a fare luce. Luce in queste fitte tenebre.




1 Comment

  • Lidia, 20 Ottobre 2022 @ 14:25 Reply

    Ma noi abbiamo paura del fuoco, non vogliamo bruciare…
    Meglio un piatto riscaldato… Che il rischio di bruciarsi… al fuoco che brilla.
    Non siamo né caldo né freddo.. Purtroppo: dovremmo riacquistare il coraggio di rischiare… Il coraggio di bruciare in Cristo. E come?
    Vieni spirito… Forza dall’alto nel mio cuore, fammi rinascere Signore
    Ma se era difficile per Nicodemo…
    Per noi può essere possibile ?
    Fede speranza.. Carità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare

Figli

Scritto da  

Impuro

Scritto da  

Brucia

Scritto da  

Passa

Scritto da