Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo
Commento al Vangelo del 23 Novembre 2022 | Lc 21,12-19

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e governatori, a causa del mio nome. Avrete allora occasione di dare testimonianza.
Mettetevi dunque in mente di non preparare prima la vostra difesa; io vi darò parola e sapienza, cosicché tutti i vostri avversari non potranno resistere né controbattere.
Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccideranno alcuni di voi; sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto.
Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita».
Lc 21,12-19

C’è un modo di vedere la vita in cui facciamo slalom fra le disgrazie, le iatture, le malattie, i lutti, le persone moleste, quelle aggressive. In questa prospettiva essere cristiani significa, almeno un po’, cercare riparo, un senso, un’assicurazione sulla vita. E se dichiararsi apertamente per il vangelo significa essere guardati con sospetto, presi in giro, giudicati, allora si preferisce tenere un profilo basso, defilato. E poi c’è un altro modo, folle e scomodo, quello di cui parla il Signore Gesù oggi e che la prima comunità cristiana vedere drammaticamente realizzarsi dopo la caduta del tempio, quando i nazrim, i discepoli del Nazareno, chissà perché, vengono messi nel novero dei traditori come i romani ed esclusi dal giudaismo. E lì, allora, nel primo modo, siamo tutti a dire: non accada mai! Dio ce ne liberi! Oppure, nella logica di Cristo, anche una persecuzione, una contrarietà, un’accusa diventa un’occasione. Quelle di rendere testimonianza, quella di dire di Dio, quella di mostrare dove riposa il nostro cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare

Venite 

Scritto da  

Se riesce

Scritto da  

Cose prodigiose

Scritto da  

Compassione

Scritto da