Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo
Commento al Vangelo dell’1 Dicembre 2022 | Mt 7,21.24-27

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.
Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia.
Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande».
Mt 7,21.24-27

Parole che accogliamo quotidianamente, e che illuminano il nostro cammino, la nostra strada, la nostra giornate. Parole pronunciate dal Maestro e raccolte dagli evangelisti e raccontate e diffuse da discepoli e discepole fino ad arrivare fino a noi. Parole che pronunciamo tutti i giorni, preghiere, invocazioni, richieste ma che rischiano di cadere nel vuoto perché non ci cambiano sul serio la vita. Parole che rischiano di rimanere solo sulla carta, inutili, ridondanti, barocche. E il Signore ci ammonisce: costruisci la casa delle tua vita sulla concretezza della Parola. Non lasciare che la Parola sia un soprammobile nella tua vita, lasciati scuotere, interrogare, anche destabilizzare se necessario. Se leggi ama, ama. Se leggi perdona, perdona. Se leggi fidati, fidati. Perché quando arriva la tempesta, ed inevitabilmente arriva, tu capisca cosa è davvero per te essenziale, in cosa credi veramente, affinché tu capisca da dove vieni e dove va. Questo abbiamo scoperto: veniamo dal Padre, amati. E al Padre, condotti da Cristo, stiamo andando, giorno dopo giorno.

5 Comments

  • Paola, 1 Dicembre 2022 @ 07:32 Reply

    Grazie
    Questi commenti entrano nel cuore e ti fanno affrontare la giornata con gioia.
    Buon cammino

  • Marina, 1 Dicembre 2022 @ 08:16 Reply

    GraZie 🤩 sempre profondo ciò che scrivi

  • Lucia, 1 Dicembre 2022 @ 09:56 Reply

    Caro Paolo, come desidero riuscire a trasmettere.messaggi come questi ai miei cari, messaggi che sento veri e che danno vita…Ma in questo tempo mi accorgo di essere travisata e spesso le mie parole irritano invece di portare gioia e luce.
    Leggendo il tuo libro la Chiesa che faremo mi è rimasto impresso il modo in cui gli apostoli, nei primi tempi, comunicavano i loro pensieri: “lo Spirito e noi…vi trasmettiamo ecc”.
    Sto provando a entrare in me stessa e pregare lo Spirito prima di parlare…
    Grazie sempre…e prenditi cura di te!
    Ciao! Luciamarocco@libero.it

  • Maria Cristina Ceci, 1 Dicembre 2022 @ 12:01 Reply

    Semplicemente magnifico!

  • Fiorella favarato, 4 Dicembre 2022 @ 16:53 Reply

    Salve! Le parole tutti i giorni , tutti i momenti , escono dalle nostre labbra .
    Alcune con convinzione altre con superficialità, e proprio queste che spesso vengono ritrattate ,proprio xchè nn sentite . Così come la nostra fede , se solo come facciata , cade e viene ritratta , tradita .
    Grazie x accompagnarci ogni giorno con pensieri e parole che colpiscono direttamente nella coscienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare

Figli

Scritto da  

Impuro

Scritto da  

Brucia

Scritto da  

Passa

Scritto da