Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo

 

In quel tempo, giunsero la madre di Gesù e i suoi fratelli e, stando fuori, mandarono a chiamarlo.
Attorno a lui era seduta una folla, e gli dissero: «Ecco, tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle stanno fuori e ti cercano».
Ma egli rispose loro: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Girando lo sguardo su quelli che erano seduti attorno a lui, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre».

Mc 3,31-35

Sono giunti da Nazareth i suoi familiari per portarlo a casa. Le notizie del giudizio da parte degli inviati da Gerusalemme nei confronti del loro familiare, giudicato indemoniato e pazzo, è arrivato fin nei cortili della piccola Nazareth… e cercano di convincerlo a tornare indietro, perché è fuori di sé, è fuori di testa. Eppure Gesù si rifiuta di cedere a questo ricatto, anche se hanno portato la madre per convincerlo. Girando lo sguardo su quelli che erano seduti attorno a lui, cioè su di noi che ci sediamo attorno al Signore per raccogliere le sue parole, che lo seguiamo, che lo ascoltiamo. Veniamo guardati nel profondo e il Signore vede in noi una nuova famiglia, vede in noi una nuova possibilità di comunità. A volte non siamo fortunati con le nostre famiglie di origine e con le nostre relazioni, ma in Gesù possiamo costruire una nuova famiglia, una nuova umanità, un nuovo inizio, ogni giorno. Anche oggi.

2 Comments

  • Enri, 24 Gennaio 2023 @ 07:17 Reply

    Grazie Paolo, che…DIOINCIDENZA!!!! Anch’io stamane pregando sono rimasta toccata e affascinata dalla stessa frase…. Gesù volge lo sguardo su di me, su di te, su ciascuno di noi xchè cerca una relazione vera, autentica intensa, profonda….così mi guardò quando decise di tirarmi fuori dalla mia indifferenza e lontananza x regalarmi il Suo amore…..
    E poi coloro che sono attorno, vicini, attenti, in ascolto, desiderosi di vita e di eternità. Ci sono anch’io?? In certi momenti sì, assetata di vita, di speranza, di comunione, di eternità….
    Grazie Gesù e grazie a te Paolo, x questa DIOINCIDENZA.
    Un buonissima giornata nel ricordo e nella preghiera x la tua salute. Amena

  • Enri, 24 Gennaio 2023 @ 07:18 Reply

    Grazie Paolo, che…DIOINCIDENZA!!!! Anch’io stamane pregando sono rimasta toccata e affascinata dalla stessa frase…. Gesù volge lo sguardo su di me, su di te, su ciascuno di noi xchè cerca una relazione vera, autentica intensa, profonda….così mi guardò quando decise di tirarmi fuori dalla mia indifferenza e lontananza x regalarmi il Suo amore…..
    E poi coloro che sono attorno, vicini, attenti, in ascolto, desiderosi di vita e di eternità. Ci sono anch’io?? In certi momenti sì, assetata di vita, di speranza, di comunione, di eternità….
    Grazie Gesù e grazie a te Paolo, x questa DIOINCIDENZA.
    Un buonissima giornata nel ricordo e nella preghiera x la tua salute. Amen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare

Impuro

Scritto da  

Brucia

Scritto da  

Passa

Scritto da  

Cuori debordanti

Scritto da