Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo

Sul dolore. Parole che non ti aspettiLa sofferenza, specie la sofferenza dell’innocente, è l’unica seria obiezione all’esistenza di un Dio buono e compassionevole e, da sempre, rappresenta un problema serio per chi accoglie il volto del Padre che Gesù ci ha svelato. Perché soffriamo? A cosa serve il dolore? Questo saggio riflette, con semplicità, sulla sofferenza, interrogando la Parola di Dio, senza voler dare una risposta esaustiva che la Bibbia stessa non offre. Paolo Curtaz, uno degli autori spirituali più apprezzati e originali di questi anni, porta in questo volume intenso e profondo vicende personali e di altre persone segnate dal dolore, senza nessuna pretesa di dare risposte scontate, ma con il desiderio di seguire le poche tracce di luce che emergono dalla riflessione biblica e dall’esperienza di chi è passato attraverso la sofferenza riuscendo a scorgere una prospettiva di speranza.

Acquista il libro

Scarica il primo capitolo

3 Comments

  • Sul dolore, 17 Ottobre 2011 @ 10:40 Reply

    […] Sul dolore. Parole che non ti aspetti […]

  • Luca, 21 Novembre 2014 @ 12:34 Reply

    L’inferno, non la sofferenza, è l’unica seria – e insuperabile – obiezione all’esistenza di un Dio buono e compassionevole. La sofferenza è insita nella natura umana, fragile e mortale; l’inferno è pura creazione di Dio. La sofferenza terrena è temporanea, quella dell’inferno è eterna; è assurdo contestare la prima e accettare invece la seconda, persino se per farlo si utilizza l’argomento – alquanto debole – della libertà, perchè se Dio deve lasciarci la libertà di “perderci” per l’eternità, a maggior ragione deve lasciarci liberi di “prenderci” una malattia, non credi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *