Contatta Paolo Curtaz

Per informazioni, organizzazione conferenze e presentazioni

Scrivi a Paolo

 

In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».
Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi».
Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all’infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l’intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocàusti e i sacrifici».
Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio». E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.
Mc 12,28-34

Come si può associare la parola comandamento ad amare,come si può associare la parola norma, obbligo, alla parola amare Dio, se stessi e il prossimo? La parola comando,norma, regola, non ci richiama forse alla severità, alla rigidezza, allo sforzo, alla volontà? Invece la parola amorenon ci richiama alla libertà assoluta, alla fioritura, alla fantasia, all’estro? Gesù riesce a mettere insieme questi due termini apparentemente contradittori, perché esiste un comandamento prima del primo, un comandamento zero: “lasciati amare“. Solo quando ci scopriamo amati desideriamo profondamente restituire questo amore a Dio,con tutto noi stessi, al massimo della nostra intelligenza,della nostra passione, della nostra volontà. Solo quando ci scopriamo amati da Dio ci vediamo con uno sguardo nuovo,solo quando lasciamo il nostro cuore riempirsi dell’amore di Dio e traboccare, debordare, può raggiungere gli altri,diventiamo capaci di cose straordinarie, addirittura di amare i nemici. Vogliamo allora lasciarci amare, scoprirci amati,per scegliere di amare così come il Signore ci chiede di fare, così come lui per primo ha fatto. Che bello pensare e ricordarci che la nostra fede ha, in fondo, a che fare solo con l’amore, che bello pensare che tutta la nostra vita è una sorta di apprendistato per imparare ad amare dopo esserci scoperti amati.

4 Comments

  • Laura Tinterri, 17 Marzo 2023 @ 07:41 Reply

    Sappiti amato,scegli di amare e non temere queste tue parole risuonano nella mia testa come un mantra e accompagnano il mio quotidiano. Parole preziose venute da un uomo prezioso … grazie per il tuo servizio che fa crescere ogni giorno un pochino di più la mia relazione con Lui . La mia preghiera è sempre anche per te … Buona vita Laura

  • Franco Busetto, 17 Marzo 2023 @ 08:10 Reply

    Che meraviglia…..grazie Paolo…..

    • Alessandra, 17 Marzo 2023 @ 08:18 Reply

      Ti riempie di gioia il vangelo di oggi :
      SAPERSI AMATI !!!
      buona giornata a tutti.

  • Enrico, 17 Marzo 2023 @ 09:21 Reply

    …..anche la nostra comunità umana se scoprisse di essere amata forse non lascerebbe morire in mezzo al mare fratelli e sorelle…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare

Che cosa vuoi?

Scritto da  

Uno solo

Scritto da  

Misericordiosi

Scritto da  

Amate

Scritto da